Di ritorno dalle ferie

E’ stata una settimana strana.

Io vado sempre una settimana in ferie nello stesso posto: perchè è il mio posto felice, perchè mi sento a casa, perchè ricarico le batterie, perchè rinasco e mi rilasso.

Quest’anno invece è stata durissima: c’era, come sempre, la prof + marito + i figli. Ma c’era anche coppia 1 di milano, con i due figli, coppia 2 di milano, con altri due figli, più coppia di roma con figlia che però abbiamo visto poco perchè marito di lei si è rotto tibia e perone ed è finito in ospedale.

A parte un giorno in cui son riuscita a defilarmi, tutti gli altri giorni, tutto il giorno, tutti i pranzi, tutte le cene con sta sfilza di bambini. Bellissimi ed educatissimi (e non sono ironica) ma ovviamente son bambini. Pertanto per me era esclusa qualsiasi conversazione lunga più di 65 secondi con un adulto, perchè occhio al bimbo, dov’è la bimba, no non devi far così, dai, cammina fin là e poi ti do la caramella. Poi figuriamoci per farli pranzare…. Se consideriamo che di tutta questa marmocchiaggine ce n’erano 3 che non arrivavano ai 12 mesi, e altri 3 che non superavano i 4 anni d’età, non vi dico le scene a pranzo ma, soprattutto, a cena nei ristoranti. Io, che scelgo la montagna per la pace, il silenzio e la serenità, quest’anno ho avuto seri istinti omicidi…

Per fortuna che poi la montagna sa anche regalarti tramonti del genere, e allora ti riconcili con il mondo…

Immagine

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...